Inizio pagina Salta ai contenuti

Unione Montana Cadore Longaronese Zoldo

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Dicembre  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            

COLCERVER - Chiesa dei santi Ermagora e Fortunato

Il piccolo tempio viene edificato tra il 1739 ed il 1741 per la fede e l’impegno economico assunto dalla famiglia Panciera ivi residente che, tramite il notaio zoldano Antonio Maria Pellegrini, il 3 gennaio 1739 costituisce la dote della chiesa con dieci livelli sui propri terreni.
Il primo giugno 1741 il vescovo Domenico Condulmer accorda all’arciprete di Pieve, Pietro Paolo Pellegrini, il permesso di benedire il nuovo luogo di culto recante il titolo degli illustri evangelizzatori e martiri di Aquileia, Ermagora e Fortunato.
L’edificio elevato sul ciglio orientale del breve pianoro ai limiti della frazione oggi disabitata – dall’alto dei suoi 1221 metri – domina un paesaggio di rara bellezza, costituito dalla bassa vallata nel quale scorre sinuoso il Maè e dai paesi suggestivamente gravitanti attorno alla veneranda matrice di San Floriano.
La chiesa si presenta, purtroppo, deteriorata nelle strutture, sebbene il tetto in lamiera sembri sostanzialmente integro.
Sopra l’ingresso maggiore c’è un oculo di modeste dimensioni chiuso da inferriata.
Costituita da un’unica navata con volta a tuttosesto, è caratterizzata da vele poggianti su peducci modanati.
Nel coro, dal soffitto a vele marcate da agili nervature, si aprono due finestre centinate; altrettante panche fissate al muro e l’altare dall’alzata lignea dipinta arredano tale spazio.
La porta minore (a nord-est) e quella principale sono definite da stipiti lavorati in pietra di Castellavazzo; sempre da tali cave proviene la pietra rosata servita per le tre acquasantiere infisse nel muro, rispettivamente ai lati delle entrate e all’interno della sagrestia alla quale si accede sul lato di destra del coro.
La pavimentazione originaria si compone di lastre di pietra grigia.
Il campanilino di legno, rivestito di lamiera, possiede una sola campana (quello più antico era costituito dalla finestrella ancora visibile in facciata).
La chiesa di Colcerver, dalle linee essenziali ma non prive di una loro singolare dignità, attende scientifici interventi di restauro.

Testi e foto tratti da "Tesori d'arte nelle chiese dell'alto bellunese - la Val di Zoldo" di Flavio Vizzutti 

Indirizzo: Piazza I Novembre, 1 - 32013 Longarone (BL)
P.Iva e Cod. Fiscale: 80003510254 - Centralino: 0437577711
Email: unionemontana@clz.bl.it PEC: unionemontana.cadorelongaronesezoldo.bl@pecveneto.it